Blog: http://leavventurediunagiansi.ilcannocchiale.it

auguri

 Ieri ho fatto 31 anni. Tanti, troppi, troppo pochi a volte. Ma non conta, il loro valore muta al variare della prospettiva d’osservazione.

Il compleanno si sa, è il giorno ideale per ricevere quelle telefonate di cui non sentivi proprio il bisogno, e per aspettare qualcuno che invece non si ricorda più di te. Il compleanno è il momento di qualche piccolo bilancio; no, in realtà sarebbe il momento di qualche bilancio, ma quest’anno non ci va proprio. È luglio, niente cose impegnative e pesanti per la nostra povera testolina che anela solo alle tanto attese vacanze.

E ovviamente è il momento dei regali, più o meno indovinati, più o meno costosi, più o meno sinceri. E però niente regali per me adesso; qualcosa vorrei regalarla io.

Per mia madre “L’albero di Antonia”, senza molte spiegazioni.

“Camera a Sud” (la canzone, ma in realtà anche tutto il cd) per L. (veramente per una G. che per me è e rimane L.); perché a volte i punti di osservazione coincidono, e si spiegano con le stesse note.

Una gita a Siena per l’altra G. vedila così, è un regalo bellissimo….

Un abbraccio, per chi regala bracciali di conchiglie. Con la promessa che a settembre l’avrò letto, quel libro.

“C’è Tempo”, per gli occhi più blu che ho visto. Per quegli occhi che in effetti ne hanno viste un po’ troppe ultimamente. E un bel mojto come si deve, perché anche nei periodi peggiori, ci abbiamo sempre riso sopra.

“Se una notte d’inverno un viaggiatore” per chi regala racconti, perché a volte è bello l’inizio, soprattutto senza sapere come andrà a finire.

“La canzone dei dodici mesi” per la mia sezione. 12 mesi, 365 giorni. Litigando o ridendo; con i piedi sotto al tavolo o a cuocer salsicce. Applaudendo i si Vediamo o nei momenti di mutismo; tra volantini e manifesti, ma l’importante è un negroni nel bicchiere. Nel bene e nel male insomma; per 12 mesi l’anno, da molti anni a questa parte..

Più nulla, a chi ha già ricevuto molto, e forse non l’ha capito. O semplicemente non è bastato.

Pubblicato il 29/7/2008 alle 15.31 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web